L'economia politica

In questa guida di Nigiara ti spiego cos'è l'economia politica in parole semplici.

Cos'è l'economia politica?

L'economia politica è la scienza sociale che studia il comportamento dell'uomo quando cerca di soddisfare i propri bisogni in situazioni di scarsità delle risorse.

Questa è la definizione più generale. Ora vediamo di capire il suo significato.

Cosa significa economia politica?

Il termine "economia politica" deriva da tre parole del greco antico. E' composta da "eco" ( oikos = casa ) e nomia ( nomos = legge o regole ). La parola "politica" deriva da "polis" ossia società o città.
il significato di economia politica
Quindi, l'economia politica è l'insieme delle regole ( nomos ) di gestione degli affari di una famiglia ( casa ) in una comunità di persone ( polis ).

In realtà, l'economia politica si occupa anche degli affari dello Stato e non solo delle singole famiglie. Ti spiegherò il perché nel prossimo capitolo.

Cosa studia l'economia politica

L'economia politica studia le attività umane finalizzate a realizzare benessere e a soddisfare i bisogni dell'uomo.

Tuttavia, non studia tutti i comportamenti ma soltanto alcuni.

il campo di studio dell'economia politica

Quali comportamenti umani sono studiati?

L'economia si occupa soltanto dei comportamenti che soddisfano i bisogni economici, ossia quelli che hanno le seguenti caratteristiche:

  1. possono essere soddisfatti tramite lo scambio con altre persone
  2. hanno una valutazione economica perché possono essere soddisfatti soltanto con beni scarsi ossia non abbondanti

lo scambio e il bisogno economico

Esempio. Quando una persona ha fame, deve soddisfare il suo bisogno con il cibo. Tuttavia, il cibo è un bene scarso, non è disponibile a tutti. Quindi deve acquistarlo da altre persone.

L'uomo ha a disposizione poche risorse ( scarsità ) per soddisfare i suoi bisogni.

Pertanto, deve acquistare da altre persone ciò che gli serve e gli manca tramite uno scambio, pagando il relativo prezzo.

Questi beni o servizi sono detti beni economici.

esempi pratici di beni economici sono le merci in vendita sugli scaffali di un supermarket

Quali beni non sono economici? Un esempio di bene non economico è l'aria. Tutti abbiamo bisogno di respirare ma l'aria non è un bisogno economico, perché non è scarsa sul nostro pianeta. E' un bene accessibile liberamente da tutti. un esempio di bisogno non economico

Perché si chiama economia politica

Il termine economia politica nasce dalla combinazione di tre vocaboli dell'antico greco:


oikos ( casa ) + nomos ( legge ) + polis ( città )

Unendo le prime due parole si ottiene la parola economia ( oikos+nomos ).

Qual è la differenza tra economia e economia politica?

Inizialmente l'economia era vista soltanto come economia dei conti domestici o economia della casa.

L'aggiunta della parola "politica" venne aggiunta successivamente, quando l'economia espanse il proprio campo di studio anche alle decisioni dello Stato.

Nota. Questo avvenne con la nascita delle grandi monarchie assolute della storia moderna. Nelle prime fasi iniziali l'economia delle famiglie reali coincideva con i conti pubblici dello Stato. Successivamente, nel corso dei secoli lo Stato divenne un soggetto a se stante nella gestione economica dei beni pubblici, della spesa pubblica, della moneta, del welfare e della raccolta dei tributi. Oggi uno Stato moderno interviene nell'economia in molti modi. elenco dei servizi pubblici

Inoltre, con "polis" si intende anche la collettività in generale.

Per soddisfare i suoi bisogni economici, l'uomo deve necessariamente relazionarsi con altre persone per scambiare le merci.

Il luogo dove si svolgono gli scambi è il mercato.

il luogo dove si svolge lo scambio economico è il mercato

L'economia politica è una scienza sociale relativamente recente

Pur essendo l'arte di far di conto una pratica antica, l'economia politica venne considerata una scienza soltanto a partire dal XVIII secolo.

Le prime teorie economiche moderne furono pubblicate dai fisiocratici e da Adam Smith alla fine del '700, il padre fondatore della scuola degli economisti classici ( o scuola classica dell'economia ).

Nota. Nel corso del tempo sono nate molte altre teorie economiche ma sarebbe troppo lungo parlarne in questa pagina introduttiva. Ne parleremo nei prossimi approfondimenti di Nigiara. Sono studiate da un'apposita disciplina, la storia del pensiero economico.

Quali sono le branche dell'economia politica

L'economia politica è suddivisa in due branche:

  • La microeconomia. E' la disciplina che esamina il comportamento economico dei singoli operatori economici come il consumatore, l'impresa, la famiglia, ecc.
  • La macroeconomia. E' la disciplina che analizza il comportamento economico dei gruppi sociali (famiglie, imprese, Stato, ecc.) dal punto di vista aggregato.

Scegli una delle due per continuare ad approfondire la materia.

In questa guida didattica di Nigiara ti ho spiegato di cosa si occupa l'economia politica in generale, nel modo più semplice possibile. Nelle prossime guide andrò sempre più a fondo nella materia. Passo dopo passo.

Se questi appunti ti piacciono e sono utili, condividili con i tuoi amici.

Grazie per averci visitato.




Non hai risolto il tuo problema? Scrivi una domanda